STAR WARS THE RISE OF SKYWALKER, CONCEPT DI PASAANA

STAR WARS THE RISE OF SKYWALKER, CONCEPT DI PASAANA

Novembre 26, 2020 Off Di Noctis Lucis Caelum

Doveva essere un pianete sommerso dall’acqua, non dalla sabbia.

Star Wars: The Rise of Skywalker ci ha introdotto in molti nuovi posti nella galassia lontana, molto lontana, uno dei quali era il pianeta deserto di Pasaana.

Il franchise di Star Wars non è estraneo ai mondi del deserto, con Tatooine e Jakku che giocano ruoli importanti nella saga di Skywalker. Per l’ultima puntata della serie, il regista J.J. Abrams e l’equipaggio ne hanno inventato un altro: Pasaana, dove Rey e i suoi amici vanno per localizzare il Sith Wayfinder, raccogliendo le tracce di Luke Skywalker che si sono raffreddate molto tempo fa. È su Pasaana che il gruppo incontra Lando Calrissian, convincendolo a tornare alla Resistenza durante il loro breve incontro.

Abrams e la compagnia hanno tentato di rimpolpare l’universo di Star Wars con Pasaana, che ospitava l’Aki-Aki e il sito del Festival degli Antenati (che si svolgeva una volta ogni 42 anni). Pasaana è stata anche il palcoscenico per un’entusiasmante sequenza di inseguimenti di speeder che ha richiamato la trilogia originale. Nonostante ciò, alcuni hanno trovato un po ‘deludente che i registi di Star Wars avessero scelto uno sfondo così simile ai film precedenti.

“Nella concept art il pianeta era ricoperto di acqua e non di sabbia.”

Il concept artist Phil Saunders ha condiviso un’illustrazione di Rise of Skywalker sulla sua pagina ArtStation, raffigurante una prima versione di Pasaana. In netto contrasto con l’arido paesaggio desertico, questa iterazione è descritta come un “pianeta delle zone umide” che ha una corsia di navigazione frequente dei pirati.