GLI STREAMERS DOVREBBERO PAGARE LE ROYALTY AGLI SVILUPPATORI DI VIDEOGIOCHI

GLI STREAMERS DOVREBBERO PAGARE LE ROYALTY AGLI SVILUPPATORI DI VIDEOGIOCHI

Ottobre 23, 2020 0 Di Noctis Lucis Caelum

VUOI GUADAGNARE FACILE CON LO STREAMING YOUTUBE O TWITCH DI UN VIDEOGIOCO? COME OGNI VERA ATTIVITÀ COMMERCIALE DOVRESTI PAGARE PER I DIRITTI D’AUTORE.

Un direttore creativo di Google Stadia ha affermato che i creatori di contenuti dovrebbero pagare le royalty a sviluppatori ed editori per lo streaming dei loro giochi.

Alex Hutchinson, che era il capo creativo di giochi ad alto budget come Far Cry 4, Assassin’s Creed III e The Sims 2, ha fatto la dichiarazione in una serie di tweet pubblicati giovedì.

Il designer ha affermato che i videogiochi sono l’unica industria dell’intrattenimento che consente ai creatori di contenuti di trasmettere in streaming i propri contenuti senza alcun ritorno di profitti.

Lo studio Typhoon di Hutchinson con sede a Montreal, che quest’anno ha rilasciato il suo primo gioco Journey to the Savage Planet, è stato acquisito da Google per entrare a far parte della sua divisione Stadia.

“Gli streamer preoccupati di perdere i loro contenuti perché hanno usato musica per cui non hanno pagato dovrebbero essere più preoccupati dal fatto che stanno trasmettendo giochi per il quale non hanno pagato“, ha scritto. “

Sarà tutto finito non appena gli editori decideranno di applicarlo.

La verità è che gli streamer dovrebbero pagare gli sviluppatori e gli editori dei giochi che trasmettono in streaming. Dovrebbero acquistare una licenza come qualsiasi attività commerciale reale e pagare per i contenuti che utilizzano “.

I commenti di Hutchinson hanno suscitato un enorme dibattito su Twitter giovedì, con oltre 15.000 commenti sul suo post che hanno fatto sì che “Stadia” diventasse popolare in tutto il mondo.