Tik Tok e le app truffa

App Tik Tok bannata dagli Stati Uniti

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha emesso un nuovo ordine per impedire alle persone negli Stati Uniti di scaricare la popolare app di condivisione video TikTok a partire dal 20 settembre, secondo quanto riportato da Reuters venerdì.

“Qualsiasi transazione da parte di qualsiasi persona, o in relazione a qualsiasi proprietà, soggetta alla giurisdizione degli Stati Uniti, con ByteDance Ltd”, si legge nell’ordine, “sarà vietata nella misura consentita dalla legge applicabile”. L’entrata in vigore è prevista per il 20 settembre.

Direttamente da THE VERGE:

Nelle ultime settimane, la società madre cinese di TikTok, ByteDance, è stata impegnata in colloqui con aziende statunitensi come Microsoft e Oracle per creare una nuova società, TikTok Global, che soddisfi le preoccupazioni dell’amministrazione Trump sulla sicurezza dei dati degli utenti. All’inizio di questo mese, il presidente Trump ha avviato i negoziati dopo aver chiesto la chiusura delle operazioni TikTok degli Stati Uniti a meno che non vengano vendute a una società statunitense entro il 15 settembre. Microsoft ha abbandonato la gara, lasciando Oracle e Walmart come i principali candidati a detenere una partecipazione nella nuova società TikTok. Tuttavia, l’amministrazione deve ancora raggiungere un accordo che soddisfi tutti i suoi requisiti.

il divieto dell’amministrazione impedirebbe ad Apple e Google di offrire una qualsiasi di queste app di proprietà cinese nei loro app store per gli utenti statunitensi. Le società tecnologiche sarebbero comunque autorizzate a offrire TikTok agli utenti al di fuori degli Stati Uniti. Le aziende con sede negli Stati Uniti non sarebbero escluse dal condurre affari con le app di proprietà cinese, come il modo in cui Walmart e Starbucks consentono agli utenti di effettuare transazioni tramite WeChat.

Il segretario al commercio statunitense Wilbur Ross ha dichiarato: “Abbiamo intrapreso azioni significative per combattere la raccolta dannosa dei dati personali dei cittadini americani da parte della Cina, promuovendo i nostri valori nazionali, le norme democratiche basate su regole e l’applicazione aggressiva delle leggi e dei regolamenti statunitensi”

Fonte: The Verge

Rispondi